Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog

Moncler falsi su Internet - come riconoscere quelli veri

 In ogni parte del mondo,  siti Internet allestiti da falsari internazionali sono tantissimi e sono spesso ben elaborati, dunque difficili da riconoscere come falsi. Molti di essi contengono il marchio Moncler nell'indirizzo internet, senza  avere ovviamente alcun tipo autorizzazione: in questo modo  riescono solitamente a  trarre in inganno gli utenti.


La grafica risulta essere elegante e il linguaggio è curato, le foto appaiono poi come  appartenenti  ad un catalogo realmente autentico. I prezzi sono comunque piuttosto 'importanti',  ma  sempre molto allettanti e giustificati come  "sconto eccezionale" ,''super offerta'',  ''occasione per pochi giorni'',  ''veri affari'' ecc ecc. I potenziali acquirenti vengono in questo modo attratti dall'eccezionale ''affare'', ma purtoppo  i prodotti si rivelano solitamente completamente falsi.


Dalla primavera del 2009 per poterli riconoscere (a tutela quindi dei consumatori Moncler ha deciso di usare un Codice (Certilogo) ormai in disuso, ma a partire dalla collezione 2013-2014, viene utilizzato il  Moncler Code, un semplice sistema per effettuare i dovuti controlli sul vostro acquisto : occorre  registrarsi al sito  code.moncler.com  e seguire le facili istruzioni. Dopo aver completato tutto quanto, premete  "INVIA" e se si tratta di un vero  Moncler originale, potrete leggere il nome  modello. Potete eseguire tale controllo anche con uno smartphone dotato di lettore di codici QR, sansionando il  codice.

Leggi i commenti

Marchio CEE falso: come capire quando la sigla non è vera

Con l'espansione  del mercato cinese in Italia, anche i giocattoli  appartenenti a noti marchi  sono prevalentemente  prodotti in Cina,  ma sempre con la certificazione del marchio CE e quindi in regola con le direttive Europee.  Ma il mercato nero riguarda  purtroppo anche i giocattoli e ciò che è grave, è che essi non  sono conformi alle norme della Comunità Europea.  Quando vengono commerciati,  si rischia di acquistare per i propri bambinii merce molto pericolosa ed occorre quindi fare grande attenzione a ciò che si compra.
Molto spesso, sui tantissimi  articoli esposti al pubblico viene apposto un  falso marchio per  ingannare gli acquirenti e quello che ai meno attenti può apparire come la vera marca “CE” (Conformità Europea),  è in realtà una sigla CE differente, che significa invece “China Export''.

Come capire quando tale sigla è vera?

 

Il marchio vero si può identificare immediatamente grazie

ad un semce.gifplice accorgimento: la scritta CE è ricavata da due cerchi, come si può chiaramente notare e dall’immagine riportata a lato. E' quindi sufficiente verificare che fra la C e la E, esista almeno la metà dell'ampiezza della C.

Occorre dunque essere molto cauti e verificare sempre che la sigla CE corrisponda a quella regolare.

Le associazioni dei Consumatori  ci ricordano inoltre che in occasione  di articoli non a norma, oltre alle sanzioni civili ed eventualmente penali per chi li produce,  produttori, sul piano contrattuale e commerciale il rapporto di compra-vendita non ha alcuna validità (lo stabilisce l’art. 1418 del codice civile) . Quindi si può resituire la merce pretendendo il rimborso del pagamento ed è inoltre possibile pretendere il rimborso per gli eventuali  danni subiti, anche a distanza di 5 anni.   

Nell'immagine  indicata qui sotto, potete vedere il confronto tra la sigla di un marchio vero ed uno  falso.

truffa-china-export2.jpg

 

Leggi i commenti

Come costruire un divano in poche mosse

Il vostro divano cade a pezzi ma il vostro portafoglio piange? La vostra seconda casa deve essere arredata e cercate un divano semplice ed economico? Probabilmente avrete cercato a destra e a manca ma...nessunpo regala nulla...!  Non abbattetevi: un rimedio si può trovare e la spesa sarà davvero minima. Ecco come si può fare per costruire un bellissimo divano con le proprie mani!

  Bancale-4-vie

Procuratevi un  paio di bancali: li troverete a poco prezzo in un 'fai da te' o accantonati nel piazzale di qualche supermercato  e destinati al macero.  Carteggiateli rendendoli ben lisci, ed eventualmente rialzateli inchiodandovi sotto dei blocchetti di legno che fungeranno da 'piedi'. Prendete un pennello verniciateli con un prodotto atossico del colore preferito stendendo due mani di pittura. Fate asciugare perfettamente i due bancali e avvicinateli; fissateli saldamente l'uno all'altro con della resistente fettuccia, legandoli ben stretti.

 

Al 'fai da te' fatevi tagliare dei quadrati di gommapiuma (sedute e schienali) di misura adeguata (alti almeno 10/12 di centimetri)  e forderateli con del tessuto in robusto cotone, inserendovi delle pratiche cerniere.

 

Se non disponete di una macchina da cucire o comunque non siete molto bravi con questo genere di lavoretti, rivolgetevi al punto assistenza del 'fai da te': solitamente esiste un servizio di sartoria che eseguirà il lavoro con poca spesa e la stoffa potrete tranquillamente fornirla voi, magari usando degli scampoli acquistati al mercato a poco prezzo.

Collocate infine i cuscini sulla struttura precedentemente preparata e...il gioco è fatto, anzi, il divano è pronto! Visto? A volte molte cose si possono costruire con costi realmente irrisori e con splendidi riusultati!

Divano-pallet-con-cuscini.jpg

 foto:http://www.acasadiro.com/tag/pallets/

 

Leggi i commenti

Moncler: attenzione ai falsi

Parliamo ancora una volta di Moncler, una delle marche di abbigliamento maggiormente contraffatte sul mercato. Come potete capire se il vostro piumino Moncler è originale?

 

Può sembrare confezionato in maniera perfetta ed il logo  può rispecchiare al meglio quello reale, ma se si nutrono dei dubbi, per capire se un Moncler è vero oppure è uno dei tantissimi modelli falsi,  dovete guardare  bene il piumino prestando attenzione

 

Osservate l'nterno:

deve essere presente il tagliando di garanzia Moncler con numero seriale. (un piccolo triangolo di plastica con il logo Moncler).

 

 

Osservate l'esterno:

i bottoni a pressione devono avere tutti quanti il marchio Moncler. Solitamente (ma non sempre),  sono prodotti della ditta "Fiocchi italy"; anche le cerniere devono essere 7891614068_78a6da34cb.jpgmarchiate Moncler riportando sul retro la scritta "Lampo";

osservate poi  bene i tessuti e la consistenza dell'imbottitura: devono essere di primissima qualità e ovviamente dalle foto è quasi impossibile rendersi conto di questo; 

 

diffidate dei venditori online che vi  propongono  piumini a prezzi stracciati: le fotografie vengono sicuramente fatte a modelli veri, mentre a voi arriverà con tutta probabilità un capo falso!

 

I Moncler autentici non costeranno mai 100/150 euro al pezzo (come quelli che spesso notate ad esempio sui alcuni siti web o sulle bancarelle) ma per comprarne uno serviranno 400/500 euro...i prezzi purtroppo sono questi!

ATTENZIONE!

A partire dalla collezione 2013-2014, in sostituzione del codice Certilogo (non è più valido)  viene inserito il  Moncler Code, che può essere utilizzate in maniera facilissima: innanzitutto dovete registrarvi al sito  code.moncler.com ,,  poi dovete entrare con indirizzo email e password, seguendo tutti i smplici passaggi, inserendo con precisione tutte  le informazioni richieste relative al  piumino in questione.  Dopo aver completate il tutto, cliccate su  "INVIA" e se si tratta di un Moncler originale, il sito indicherà il  nome del modello. Potete effettuare questo controllo anche usando  uno smartphone dotato di lettore di codici QR, eseguendo la scansione del  codice.

 

Se comprate su EBay, siate molto cauti e ricordate che i feedback positivi non sempre garantiscono l'assoluta onestà di un  venditore, quindi fate sempre molta attenzione...e non abbassate mai la guardia!

LEGGI ANCHE:

http://giovannabobbio.over-blog.it/2018/12/come-capire-se-un-moncler-e-falso.html

              

  mmmo-copia-1.jpgCERCHI LAVORO? CLICCA SU: CONCORSI PUBBLICI 2019

 

 

 

 

 

 

Leggi i commenti

lo ha detto Einstein....

 

'' La vita non ti da le persone che vuoi, ti da le persone di cui hai bisogno: per amarti, per odiarti, per formarti, per distruggerti e per renderti la persona che era destino che fossi...''      

 

  '' I grandi spiriti hanno sempre incontrato l'opposizione violenta delle menti mediocri.''        

 

  “ La gioia nell'osservare e nel comprendere è il dono più bello della natura.”

 

 

 

'' Un tavolo, una sedia, un cesto di frutta e un violino; di cos'altro necessita un uomo per essere felice? ''    

 

 

 

 

 “ Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l'inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare.''  

                      

  ( A. Einstein)xxxxxxx

 

                                                    

 

 

 

 


 

da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/aforismi/saggezza/frase-197696?f=a:16>

Leggi i commenti

Servizi Segreti-come entrare

.
Come si fa ad entrare nei Servizi Segreti? Forse ve lo siete domandati più di una volta...e probabilmente sono molte le persone che vorrebbero saperlo! Bene, allora evitate fin da subito di iniziare a fantasticare pensando ai famosissimi e  avvincenti film in cui uno scaltro e affascinate Jeams Bond, magari nascondendosi  in un pallone-sonda o usando una navicella spaziale ad energia solare, riesce a distruggere un virus letale per l'intero Pianeta...oppure è in grado di raggiungere la parte opposta della Terra in pochi secondi grazie ad un segreto dispositivo di trasporto molecolare: come ben sapete anche voi, la finzione è una cosa...la realtà è un'altra
 
Effettivamente si può essere realmente tentati di viaggiare con  la fantasia, ed è anche vero che a volte non si tratta poi di sola finzione, o meglio,  non è detto che sia sempre così. Esistono infatti nel Mondo, in diversi campi, situazioni tenute in strettissimo riserbo per mantenere sempre alto il livello di sicurezza generale: quando il lavoro di sofisticati controlli rileva qualcosa di anomalo, non lecito o potenzialmente pericoloso, occorre intervenire 'sfoggiando' un'eccellente professionalità, quindi spiccate capacità organizzative e comunicative, astuzia, inteligenza, fantasia, agilità e...una notevole dose di coraggio! Se siete certi di possedere tali qualità, forse avete davvero 'la stoffa' giusta per entrare a far parte dei Servizi Segreti.! Vi sembra impossibile? No, nulla (o quasi!) è impossible...del resto, chi vi dice che il vostro vicino (o vicina!) di casa, spesso assente per far visita a un cugino che abita in Messico ( e che ovviamente non avete mai visto) non sia invece uno dei molti '007' che circolano per il Pianeta? Volete sapere come lavorare  per i Servizi Segreti?
   
 

 

Si tratta di un percorso piuttosto faticoso, ma se volete avere maggiori informazioni, provate ad entrare nel  portale dell'Intelligence:

4231944680_4bf03d8c69.jpg

 troverete la sezione relativa alla Scuola di formazione, che si occupa dell'addestramento del  personale del DIS, AISE e AISI.  Oppure potete visitare questo sito:  www.sicurezzanazionale.gov.it

 

Se invece dovete presentare un espsoto, una denuncia o dovete fare qualche importante segnalazione, cliccate su 'contatti: entrerete in comunicazione  con un responsabile e se sarà necessario, verranno

  eseguite attivazioni di carattere operativo. Potete inoltre viositare questo sito: 


Se invece siete interessati al Central Intelligence Agency, organizzazione maggiormente nota come CIA, sappiate che si tratta di un'organizzazione  in continua ricerca di personale specializzato (è però indispensabile vivere a Washington)): non servono soltanto agenti segreti, ma anche elementi da inserire nei numerosi uffici e occorrono figure dotate di un alto livello di specializzazione;  infatti si dovranno esaminare gandi flussi di dati, si dovranno studiare mappe e  ci si dovrà occupare di numerose intercettazioni telefoniche, ovviamente occupandosi di tradurre al meglio ogni testo (oppure di provvedendo a farlo tradurre a persone esperte e fidate).  

 

 

 

Dovrete spesso occuparvi di gestire i vostri spostamenti, oppure coordinare gli spostamenti di altri agenti sul territorio e ricevere ed elaborare le loro informazioni: sono infatti molto richiesti gli interpreti del linguaggio dei segni e gli analisti in campo psichiatrico, ma anche ottimi disegnatori grafici e ufficiali di spedizioni clandestine di genere paramilitare. Come potete capire, sia dedicandosi a imprese contro pericolose organizzazioni nemiche, sia restando seduti davanti ad un terminale, è possibile lavorare ed essere attivi per la gestione della sicurezza mondiale. Facile? Sicuramente no, ma assolutamente non impossibile! 

 

Leggi i commenti

Come costruire una poltrona con una spesa irrisoria

Vi piace l'idea di avere una nuova poltrona ma non vi garba il pensiero di dover spendere soldi? Lo credo bene...i tempi sono difficili e i nostri portafogli vengono spremuti come limoni. La volete ugualmente? Ok, allora leggete questa guida e la potrete costruire! Vedrete infatti che qualche piccolo 'miracolo' ogni tanto si può fare...e lo potrete realizzare proprio con le vostre mani: otterrete un elemento  davvero originale, con una linea giovane e moderna, insomma...sarà sicuramente diversa dalle solite poltrone e la potrete collocare in veranda, nello studio...ma anche in soggiorno, perchè no? Bene, iniziamo:

avete presente i semplicissimi bancali? Li potrete  trovare a poco prezzo nei centri 'fai da te', ma attenzione: prima di comprarli, sappiate che alcuni grandi magazzini /supermercati vi saranno grati se andrete a ritirarne qualcuno (senza ovviamente pagarlo!), poichè a volte essi vengono eliminati. Munitevi di carta vetrata, chiodi di lunghezza adeguata, martello, pennello e vernice trasparente (o colorata, secondo le vostre preferenze) di tipo atossico. Acquistate anche dei listelli di legno per i rinforzi posteriori e laterali (vedere foto), magari facendovi consigliare dal negoziante su spessore e larghezza.

 

poltr2.JPGCarteggiate bene il legno rendendolo perfettamente liscio, poi iniziate il lavoro. Non mi dilungo a spiegarvi come piantare i chiodi (lo saprete sicuramente  fare senza frequentare un corso di falegnameria!), ma osservando le foto che ho inserito  potrete certamente capire come procedere. Ognuno potrà eventualmente aggiungere il proprio tocco personale per poter costruire la propria poltrona con i migliori risultati.

 

A lavoro finito, passate un paio di mani di vernice trasparente, oppure usate una tinta che vi piace...insomma, fate voi, ma lasciatela asciugare perfettamente, mi raccomando! Potrete infine creare delle comode imbottiture facendovi tagliare due pezzi di gommapiuma di misura adeguata per la seduta e lo schienale (nei centri di bricolage la troverete dello spessore desiderato) ricoprendole con fodere in  pesante cotone; se non avete in casa una macchina da cucire, usate quella della vostra amica,

zia, nonna  ecc.

Visto? Con un po' di fantasia, buona volontà e passione per il 'fai da te', si può facilmente dare vita a graziosi complementi di arredo con pochissimi quattrini e con grande soddisfazione pr i risultati ottenuti.

Buona poltrona a tutti! (fotografie:mammaecasalinga.altervista.org ed ecocreazioni.it/idee-per-arredare/)  


poltr


pollll.png

 


 


Leggi i commenti

Giovanna e Constance

A volte un nuovo e dolcissimo

raggio di sole entra improvvisamente nella tua vita

ti fa brillare gli occhi e ti

riscalda il cuore

che per tutti ha un solo colore.constance-copia-1.jpg

Leggi i commenti

Su