Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog

Sanremo: la magia di Bussana Vecchia

buss-notte.jpg

 

 

 Bussana Vecchia è  un meraviglioso borgo medioevale a due passi da Sanremo, distrutto da un terremoto nel lontano 1887 e abitato da un gruppo di artisti che, dal 1959, continuano, tra infinite avversità, a recuperare  e ricostruire tutto ciò che fa parte delle loro possibilità, dando  vita all'illusione di  poter condurre la loro esistenza in un nuovo mondo.

 

buss2.jpg   

 

Bussana Vecchia (un tempo chiamata solo 'Bussana'), è una frazione aggrappata ad una collina del Comune di Sanremo. Il violento terremoto del 23 febbraio 1887,  distrusse praticamente  l'ntero paese e gli abitanti dovettero spostarsi, formando, a circa tre chilometri più a valle,  Bussana Nuova.

 

 

 

Del tutto abbandonata per decenni, ha ripreso ad essere abitata verso la fine degli anni 'cinquanta  da artisti italiani e stranieri, ffascinati dalla particolarità del posto: lo ristrutturarono e resero nuovamente abitabili le case meno danneggiate. Attualmente vi si trova una comunità internazionale di artisti  con le loro attività: si tratta di botteghe artigiane ed di pochissimi  punti di ristoro. Tutto ciò  ha reso Bussana Vecchia un caratteristico "villaggio di artisti", meravigliosamente in 'fusione' con una suggestiva ambientazione da borgo medioevale.4652366698_55ffc3b134.jpg

 

Visitare Bussana Vecchia, significa percorrere una miriade di caratteristici carruggi medievali ricchi di fascino, per sostare poi qualche attimo passando sotto antichi porticati, in caratteristiche piazzette disposte qua e là, che quasi magicamente spuntano improvvise appena si volta un angolo.

 

  Passeggiando in questo suggestivo 'Borgo degli Artisti', ovunque venga girato lo sguardo, non si potrà fare a meno di trovarsi attorniati da vecchie case fatte di mattoni e pietra, finestrelle con 'scuri' di di legno rese preziose da candide tendine ricamate, piccoli muretti ravvivati da gerani, campanelle, edera e glicini:

un insieme di profumi, colori, luci ed ombre che riescono a stupire ed incantare adn ogni passo, chiunque entri in questo borgo davvero unico.

 

 

 Visitare Bussana Vecchia (a otto chilometri da Sanremo), significa respirare un'atmosfera quasi irreale, unica e un forse po' struggente, ma speciale... e non si può certo fare a meno di voltarsi indietro almeno una volta, avviandosi verso il ritorno.

Arrivederci magnifica Bussana Vecchia... conoscendoti. ho scoperto un'immensa bellezza racchiusa nell'estrema semplicità.  

 

(bussana.jpg

Leggi i commenti

Mar Rosso: i segreti da scoprire

mare--3.JPG

marerosso.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lunghissime spiagge di sabbia color ocra bagnate da acque cristalline e fondali incontaminati da scoprire, con una flora e una fauna unica e dai colori inimitabili!

Questo è il Mar Rosso, un fazzoletto di terra racchiuso tra l'Africa Nord Orientale e la penisola arabica, dove l'estate continua per l'intero anno.
Proprio in questo luogo si estende la Penisola del Sinai, che unisce l' Asia e l'Africa.
Non esiste inquinamento,  la temperatura del mare supera costantemente i 20° e la formazione di strati corallini è uno spettacolo di incomparabile bellezza.

 

Chi è in cerca quindi  di meraviglie naturali e uniche, chi vuole scoprire stupende spiagge  che si tuffano in acque cristalline in cui ammirare miriadi di colori e forme, deve trascorrere una vacanza sul Mar Rosso: un’estate  infinita racchiusa tra l’Africa nord-orientale, la penisola arabica e il Sinai, luoghi in cui un isolamento che ha origine dai tempi  più remoti, ha dato origine al  proliferare di un tipo di fauna e di  flora marine unico in tutto il mondo. 

 

Qui vengono custoditi i meravigliosi 'segreti' del  Mar Rosso, tesori naturali conservati  nelle sue incredibili acque trasparenti, contornate  da incantevoli spiagge, con il meraviglioso spettacolo di una barriera corallina ricca di affascinanti colori.


mar-rosso-col.jpg

Leggi i commenti

Piramidi scoperte in Toscana

Le Piramidi venivano costruite anche dal Popolo Etrusco?

 


Costruzioni  piramidali scavate nel tufo sono state trovate all'interno di una  cantina di Orvieto da un gruppo  di archeologi americani e italiani.

 

 


Potrebbe trattarsi di strutture religiose, oppure potrebbero rappresentare  una tomba.

David George,  uno studioso proveniente dallo Stato New Hampshire (USA) e Claudio Bizzarri ,del Parco Archeologico Ambientale dell'Orvietano,  hanno eseguito in una cantina,  l'identificazione di una serie di antichissime scale scavate nella paretepyramid-zoom-300x227.jpeg "costruzioni sicuramente  di origine etrusca", ha affermato l'americano a Discovery News.

Le pareti della cantina si presentavano  a forma piramidale e sotto al locale è stata trovato un numero di gallerie sempre risalenti all'epoca etrusca; con molta probabilità si tratta di  strutture sottostanti mai esplorate.

Gli scavi sono arrivati a circa tre metri di profondità e sono stati ritrovati resti  risalenti al quinto secolo avanti Cristo.

Inoltre è stato trovato  e' stato rinvenuto un altro tunnel che  creava un collegamento con un'altra struttura piramidale.

 Bizzarri afferma  che sotto la città di Orvieto possono  trovarsi almeno cinque piramidi e tre di esse ancora completamente inesplorate. "Sicuramente non si tratta  di cisterne o cave. In Italia non ho mai  visto niente del genere ", ha spiegato  Bizzarri.

Leggi i commenti

Piramidi su Marte: presto ulteriori verifiche.

 

 

pir.jpg  

Anche Marte ha le sue Piramidi?

 

 

 

 

 

 

Il ricercatore di archeologia spaziale, il sanremese Pietro Panetta Pietro, durante l'analisi di un'area  della superficie di Marte tramite il programma on-line  'Google Earth',  all'interno di un altopiano del pianeta ha rilevato con grande sorpresa una  specie di costruzione piramidale di grande somiglianza alle piramidi della Terra, a partire da quelle del Messico e Canarie fino ad arrivare alle classiche Piramidi Egiziane, costruite a grossi gradini, tipici  delle dinastie del Basso Regno..

 

Nei prossimi giorni verranno eseguiti esami metrici infrarossi, la zona verrà scansionata  tridimensionalmente per riuscire a determinare  le dimensioni reali della struttura piramidale.

Leggi i commenti

Moncler: come riconoscere un falso

 

 

 

  ATTENZIONE!!!

 

  Purtroppo, sia in internet che fuori, capita spesso di acquistare un Moncler che poi risulta essere falso.

Molte volte, le varie guide che spiegano come riconoscere questo marchio, offrono informazioni inesatte o vere solo in parte:  in qualche caso questo viene fatto intenzionalmente, altre volte in buona fede.


Ecco come riconoscere un falso capo Moncler.

  A partire dalla collezione 2013-2014, è stato inserito il  Moncler Code, (sostituisce il vecchio codice Certilogo) che può essere utilizzato  in maniera molto  facile: innanzitutto dovete registrarvi al sito  code.moncler.com ,,  poi dovete provvedere ad entrare con indirizzo email e password  e seguire tutti i normali passaggi, inserendo ogni   le informazione richiesta relativa al  piumino acquistato.  Dopo aver completate tutto quanto , cliccate su  "INVIA" e se il vostro Moncler è originale, il sito vi fornirà il  nome del modello. Potete effettuare questo controllo anche tramite  uno smartphone con  lettore di codici QR, effettuando  la scansione del  codice.

7891616292_0a606b7cdd.jpg

 




 

Leggi i commenti

Bomboniere Prima Comunione: perchè spendere di più?

Quello della Prima Comunione è sicuramente un giorno molto importante,  sia per i nostri figli, sia per noi genitori.

 

 

 

 

 

 

 

Prima Comunione...che bella festa!

Purtroppo si tratta anche di un giorno molto...costoso...e chi ha avuto modo di dare un'occhiata ai prezzi del vestito, del ristorante e delle bomboniere...si è già fatta una discreta idea della spesa da sostenere.

 

 

Io sono del parere che il lusso o comunque una grossa spesa,  abbia poco a che vedere con l''incontro' di un bambino con  Gesù, ma ovviamente, ognuno decide di festeggiare l'evento come ritiene sia meglio fare.

 

Però, a chi sceglie di risparmiare un bel po' di denaro, suggerisco di organizzare un rinfresco 'in piedi' nella propria casa... magari in giardino, in terrazza o in cortile, quando ciò è possibile.

 

Inoltre, un ottimo sistema per risparmiare, è quello di confezionare in casa le bomboniere: sarà certamente un lavoro creativo e divertente, specialmente se tutta la famiglia troverà un po' di tempo per collaborare una mezz'ora per qualche sera.

 

 

Aqcuistate dunque, assieme ai confetti, dei tulle in organza e in pizzo (la scelta della tipologia di tulle e di colori è davvero ampia), dei rametti di fiorellini finti rosa oppure azzurri e del nastro di raso, poi preparate dei sacchettini con le vostre mani, chiudendoli con un bel fiocco.

Per personalizzarli, annodate poi un nastrino sottile attorno al sacchetto e infilatevi, facendole penzolare sul tulle, delle perline piuttosto grandi (acquistabili in merceria): rosa per le bambine e azzurre per i maschietti.


Fermate  le perline  in fondo con un nodo sul nastrino stesso.

Potete distribuirle così come sono o eventualmente inserirle in una scatola bianca di cartoncino..saranno le vostre esigenze e la vostra fantasia a decidere.

 

Con poca spesa avrete così preparato in casa  le bomboniere... e ricordate che in confetteria, vi stamperanno anche i bigliettini da inserire nel tulle!

6307508908_5d157f4ed5.jpg

Leggi i commenti

Prestito facile: info online

Modalità e documenti necessari per la richiesta di un prestito

 

 

 

 

 

 

Per richiedere un prestito è necessario prima di tutto risiedere in Italia, avere una età non inferiore ai 18 e non oltre i 70 anni e  possedere un reddito dimostrabile: busta paga, modello unico oppure un  cedolino pensione.

soldoni.jpg

Se  si è in possesso di un reddito dimostrabile e la richiesta del prestito appare commisurata alla propria capacità di reddito, non occorre la firma di un garante. Quando  invece non si ha  un lavoro  in grado di garantire e dimostrare  un 'entrata regolare, viene richiesta la firma di una persona  garante.

 


Nel presentare la  domanda del prestito, occorre esibire i seguenti documenti :

-copia di un documento di identità italiano (carta d'identità o patente)
-copia del permesso di soggiorno (se cittadino extracomunitario)
-copia del codice fiscale
-busta paga o modello unico o cedolino-pensione
 -copia dell'intestazione dell' estratto conto con le coordinate bancarie
-copia di una delle ultime utenze intestate al soggetto oppure ad un familiare convivente, ma solo se la residenza sia la stessa.


La documentazione esibita verrà presa in esame dall'Istituto di Credito, assieme  alla storia creditizia del richiedente; a tutto questo, seguirà l'esito della pratica, eventualmente  con una  proposta personalizzata.

 

Leggi i commenti

Varigotti-una perla situata nel Ponente

Un po' di Storia.

 

Varigotti,  vera perla della Riviera ligure di Ponente, offre una straordinaria mescolanza di bellezze naturali e di memorie importanti: l'incantevole la baia saracena con il suo  mare color smeraldo, una deliziosa e piccola  spiaggia a cui si accede  soltanto via mare, il meraviglioso  borgo vecchio con le sue caratteristiche e antiche case colorate,  la Chiesa di San Lorenzo, ricca di storia. 

 

La località  è tranquilla e decisamente suggestiva, con le sue case sulla sabbia, i vicoli, le tinte terrose degli intonaci e le fasce che si tuffano a strapiombo nel limpido mare blu-verde. La spiaggia di sabbia soffice e chiara, è  lunghissima e parte dal magnifico  promontorio in cima a cui troneggia la stupenda Torre Saracena, visitabile e accessibile.

 

Come sia nata questa unica ed incantevole  'perla' ligure, non si sa di preciso, forse si trattava di  un porto-rifugio trasformatosi poi nel tempo in un porto-fortezza.


 La sola certezza è che la conformazione naturale ad ansa riparata dalla maggior parte dei venti, rappresentava fin dai tempi antichi, il miglior porto naturale di tutta la Riviera di Ponente, ma i rari collegamenti con esso,  erano scarsamente  percorribili tramite i ripidi  e pochi sentieri, sempre  molto  stretti e difficili.


 

Nel 641, Rotari spazzò i Bizantini dalla Riviera ligure: fortezze e città vennero distrutte e Varigotti, importante  sede militare, fu abbandonata rimanendo deserta.

 

In seguito  allla caduta dell’Impero romano,  Varigotti ascese; infatti, alla scarsa sicurezza dei trasporti su strada, si preferivano  le comunicazioni via mare, quindi  l’insenatura di Varigotti presentava  un ottimo e sicuro  riparo.

 


 Arrivarono poi i periodi delle scorrerie saracene che giungevano da Frassineto, base permanente araba in Provenza e il porto di Varigotti, presentandosi in stato di abbandono, inizialmente spinse  probabilmente i saraceni a cercare in molte occasioni un validissimo  un rifugio:

da terra era infatti  poco accessibile e la popolazione, poverissima e inoffensiva, non era certo in grado di  porre loro  ostacoli. 

 

Il termine  “saraceni”, che nel tempo è rimasto per tradizione agli abitanti, permette di supporre che a Varigotti sia stata costruita una stabile base militare Saracena.

vari.jpg

Leggi i commenti

Regalo per l'anniversario: cosa scegliere?

Che una coppia sia sposata da un anno, da dieci e  da tanti altri ancora, è innegabile che nel  giorno dell'anniversario, si voglia tornare  indietro nei propri ricordi!


Per dire l'uno all'altra quanto sia importante essere ogni volta sempre legati vicendevolmente,  l’idea di  scambiarsi un regalo romantico  da 'vivere' assieme, è sempre  l'ideale!


Non è poi così complicato scegliere qualcosa di speciale, occorre solo un briciolo di fantasia e un po' di frizzante entusiasmo...elementi  che due persone  sempre innamorate sanno sicuramente avere:

un week end79350662_df6ef0f826.jpg in una deliziosa e sperduta baita di montagna, oppure in un  bungalow  immerso in una freschissima e profumata pineta a pochi passi dalla spiaggia...e per chi ama l'avventura...un emozionante volo in mongolfiera!


Sul web si possono trovare sicuramente moltissimi suggerimenti per festeggiare un importante evento come quello dell'anniversario di nozze, anche se per una coppia, ma a parte ciò tutto che intenderete scegliere, il regalo  più importante di qualunque altro, è sempre il fatto di  essere ancora assieme.

Buon anniversario!


Leggi i commenti

Genova, città speciale.

 

Genova, una  città essenziale, rigorosa, ma unica.

 

 

Il percorso che porta i turisti a scoprire l'essenza di questa città,  ha spesso inizio dal Porto Antico per poi risalire  verso uno scenario che ricorda vagamente un dipinto naïf.

 

  

 

 Già, un quadro animato in cui si può ammirare un insieme  di case vicinissime tra loro, circondate da venature fatte di stretti vicoli, dove spesso il sole non riesce a portare neppure uno dei suoi raggi, in cui permane un caratteristico odore di spezie, di pesce e di muffa nelle giornate piovose:

sono i 'carruggi' il Centro Storico di Genova, uno dei più grandi d'Europa.

Genova-75

 

Quando si attraversano le vie  più antiche di Genova, si respira una tipica atmosfera di  porto e si può  assistere agli arrivi e alle partenze  senza sosta delle navi, all'andirivieni della gente e delle attività ad esse legate. Un’immagine che può assomigliare ad altre, ma...come cantava l'indimenticabile Bruno Lauzi, '...con quella faccia un po’ così, quell’espressione un po’ così...', Genova è una città  realmente speciale. Una città al primo impatto un po' nascosta, a volte apparentemente  impenetrabile  e 'ruvida' che somiglia al  suo dedalo di 'carruggi'.  Genova, città  che tende a racchiudersi in se  stessa, ricca di pudori antichi, profondamente radicati nel suo passato: proprio per questo riesce a sollevare negli animi intense ed emozionanti sensazioni.

Genova, città che non si può fare a meno di amare... di cui non si riesce a non avere nostalgia e...un po' come accade negli  incantesimi, città che riesce ad ammaliare.

 

 
 2570489204_121706d7b2.jpg

Leggi i commenti

Su