Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Giovanna Bobbio
  • Blog di Giovanna Bobbio
  • : Come fare questo e quello? Leggimi!
  • Contatti
1 maggio 2014 4 01 /05 /maggio /2014 00:28

Napolitano, Renzi e Alfano non si limitino a scrivere una lettera: lo comunichino ufficialmente in Tv che quanto è accaduto è allucinante e assurdo!

Repost 0
Published by Giovanna Bobbio
scrivi un commento
26 aprile 2014 6 26 /04 /aprile /2014 20:58

 

 

Come accade per altri marchi, anche per chi sceglie una borsa  firmata Fendi  l’inganno è dietro l’angolo, visto il valore e la notorietà dei vari modelli e la passione per loro  di chi li ama. Purtroppo spesso può capitare di essere un po' troppo avventati negli acquisti, invece  è bene prestare grande attenzione e seguire alcuni importanti consigli.1055569945_5a6fb6e8f7.jpg

1. La prima  regola da osservare, è questa: cercate possibilmente  di acquistare i vostri articoli Fendi  in uno store Fendi, nonostante  i prodotti di questa  Casa siano reperibili anche sul web.

2. Cuciture: data l’elevatissima  qualità di questi accessori, la Casa Fendi prevede per la maggior parte dei suoi modelli l’utilizzo di cuciture interne e ricami con un filo  perfettamente abbinato alle tinte della borsa e della fodera: colorazioni diverse e poca attenzione nei dettagli, specialmente nell'interno della borsa,  indicano che essa è falsa.

3. Resistenza: un'ulteriore qualità di questo genere di borsa, è l’uso di materiali assolutamente robusti e resistenti: provando a metterne una dritta su un piano, essa dovrebbere restare in piedi;  se questo invece non accade...con molta probabilità è falsa.

4. Interno: ogni  modello è dotato di un ologramma di sicurezza: è un codice impresso su una striscia di pelle sistemata nell'interno della borsa, e riporta  ogni dato relativo a quel preciso modello, in particolar modo certifica che la produzione è avvenuta in Italia. ( se c'è scritto made in China o altro....ovviamente è falsa!)

5) Le lettere ed i loghi risultano sempre allineati,  regolari e incisi: mai stampati !

Repost 0
26 aprile 2014 6 26 /04 /aprile /2014 16:45
Repost 0
Published by Giovanna Bobbio
scrivi un commento
21 aprile 2014 1 21 /04 /aprile /2014 11:39
Repost 0
Published by Giovanna Bobbio
scrivi un commento
19 aprile 2014 6 19 /04 /aprile /2014 11:58

Mi chiedo se non potessero esserci alternative. Pericoloso? Certo. in città lo può essere sicuramente, ma se era stato fatto risalire nel bosco, perchè abbatterlo? Possono scenderne altri....allora che si fa, si abbattono tutti? Ovviamente no. Allra perchè uccidere lui? Per punizione?

Repost 0
Published by Giovanna Bobbio
scrivi un commento
14 aprile 2014 1 14 /04 /aprile /2014 12:56
Repost 0
Published by Giovanna Bobbio
scrivi un commento
14 aprile 2014 1 14 /04 /aprile /2014 09:37

Giovanna Bobbio shared Fundacja Międzynarodowy Ruch Na Rzecz Zwierząt Viva!'s video.

Tego jeszcze nie widzieliście. Przykład naprawdę wyjątkowej międzygatunkowej przyjaźni - sami sprawdźcie, że to nie naciągane określenie ;-) Przedstawiamy Wam Fum i Gebrę ;-)

Repost 0
Published by Giovanna Bobbio
scrivi un commento
13 aprile 2014 7 13 /04 /aprile /2014 19:39
Pelle sempre giovane? Si può: acqua, verdura e...

Pelle sempre giovane? Si può: acqua, verdura e frutta a volontà, specialmente agrumi. E...alla larga (o quasi) dalla tintarella. Provare per credere!

http://yourself.pianetadonna.it/pelle-giovane-dieta-cibi-crudi-storia-susan/

Repost 0
Published by Giovanna Bobbio
scrivi un commento
8 aprile 2014 2 08 /04 /aprile /2014 09:26

Quando si crea un doppio ambiente? Quando manca lo spazio necessario! Ecco dunque qualche idea.

 

Come certamente ognuno di noi sa benissimo,  in casa lo spazio non basta mai, infatti spesso si cercano tutte le possibili soluzioni  per ricavare qualche metro quadrato in più, magari soppalcando un locale, utilizzando un sottoscala o trasformando il balcone in un'utilissima veranda. A volte può accadere di disporre di una stanza molto grande, quando sarebbe magari necessario averne due più piccole: il rimedio si può trovare. Esiste infatti la maniera di usufruire di un ambiente  spazioso per creare un'ulteriore stanzetta anche in  modo piuttosto economico, perché non sempre serve costruire muri;  infatti  è possibile ottenere delle 'aree extra' usando  un po' di inventiva e materiali semplici.

Una veloce soluzione per dividere un ambiente grande per creare  una stanza in più (anche piccola: sarà sempre utilissima!), può essere quella di fissare un'apposita barra al soffitto per poi farvi scorrere una moderna  tenda a pannelli,  oppure, per avere una barriera divisoria maggiormente resistente,  si può optare  per una parete in  legno o in cartongesso. Se nello spazio ricavato non esiste una finestra,  si può utilizzzare il vetrocemento, materiale che permette di sfruttare in qualche maniera una parte di  luminosità dalla stanza accanto, ma in  se inq uesto caso il costo da sostenere è piuttosto 'importante'.

Come orientarsi per procedere
Innanzitutto occorre avere ben chiaro il progetto da eseguire: è quindi bene preparare uno schizzo della camera senza essere affatto degli architetti: basta fare semplicssimo disegno con le misure   due aree che si vogliono creare. Poi, per portare a termine il  progetto, ci si può rivolgere ad un qualsiasi grande centro 'fai da te' in cui  il personal2882267001_7d2bf5ef12.jpge potrà fornire ogni suggerimento necessario per acquistare il materiale adatto e per utilizzarlo al meglio. Ovviamente è possibile contattare degli operai professionisti  specializzati in tali lavorazioni  ai quali commissionare il lavoro, ovviamente spendendo cifre maggiori: questo dipende dalle proprie scelte. 

Infine, un consiglio: poter sfruttare al meglio i metri quadrati della propria casa, è sicuramente importantissimo, ma quando si scelgono determinate soluzioni, è sempre bene non aggiungere mai  troppi elementi per evitare di creare il tipico aspetto 'pesante'  o per evitare di creare fastidiosi  ingombri che possano ostacolare il passaggio: meglio servrsi soltanto di ciò che è indispensabile!

Repost 0
4 aprile 2014 5 04 /04 /aprile /2014 11:33

Le banconote in € sono uguali in ogni  Paese appartenenete dell'area Euro. Le contraffazioni purtroppo sono molte, quindi non ci resta che imparare a riconoscere le banconote vere da quelle false. 6782493413_779c03cc4e.jpg

Può sembrare banale parlarne, ma in realtà sono molte quelle le banconote false continuano a circolare sotto i nostri occhi e spesso non ce ne rendiamo neppure conto! 

 

Come riconoscere le banconote vere da quelle false

Per riconoscere immediatamente le banconote  vere, è  sempre  consigliabile seguire  quattro regole principali : toccare, guardare, muovere, controllare,  confontando eventualmente  la banconota sospetta con un'altra di uguale valore che sappiamo con certezza essere vera.

Toccare la carta

La stampa calcografica  (a rilievo) è presente in diversi punti delle banconote 'genuine' (acronimo della Banca centrale europea nelle cinque lingue ufficiali della Comunità Europea, cifre che riportano il valore nominale delle banconote e disegni  architettonici delle finestre e dei portali) ed è piuttosto facile facilmente percepirla al tatto grazie al suo tipico  effetto di rilievo. Inoltre,  i bordi delle banconote da 200 € e 500 €  (queste ultime ormai molto rare da trovare) contengono elementi tattili studiati per i non vedenti.

Porre la banconota controluce

Mettendo le banconote vere controluce è possibile vedere:

  • registro di stampa recto-verso (fronte e retro);
  • filigrana;
  • filo di sicurezza 
Tagli piccoli

Sul fronte della banconota è presente una striscia olografica. Muovendo la banconota si riesce a notare  il simbolo dell'euro (€) in colori brillanti o il valore nominale (5, 10, 20). Sul retro della banconota si vede  una striscia iridescente. Muovendo il biglietto, con la luce la riga  blu diventa brillante.

Tagli grandi

Sul fronte  della banconota vediamo una placchetta olografica. Muovendo il biglietto  si possono notare alternativamente le cifre indicanti il valore nominale (50, 100, 200, 500), il disegno  architettonico  oppure  il simbolo dell'euro (€). Sul retro, è stato impiegato  un inchiostro otticamente variabile e vediamo le cifre indicanti il valore nominale (50-100-200-500).

-Microscritture e miniscritture

Volendo essere ulteriormente sicuri,  con una  lente d'ingrandimento è possibile controllare che  le sottili iscrizioni (microcaratteri), siano  nitide e non sfocate. Sono presenti sia sul fronte  che sul retro.

-Caratteristiche verificabili tramite la  luce ultravioletta ('lampada di Wood')

Con tale tipologia di  luce si possono verificare le seguenti proprietà:

-non fluorescenza della carta;

  • -presenza di pagliuzze rosse blu e verdi  inserite casualmente nell'impasto della carta
  • particolari variazioni di colore degli inchiostri utilizzati per riprodurre alcuni  elementi grafici delle banconote.
Repost 0