Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Giovanna Bobbio
  • Blog di Giovanna Bobbio
  • : Leggendo qua e là, informiamoci un po' su tutto.
  • Contatti
31 agosto 2013 6 31 /08 /agosto /2013 10:16

 

 

 

Sono forti e dolorosi i momenti  della separazione: giorni pieni tristezza, confusione,  rabbia e paura per ciò che si prospetta per il futuro, in particolar modo se a complicare la situazione esistono  preoccupazioni per il proprio sostentamento unito a quello dei figli, con tutte le varie necessità. Può sembrare scontato dirlo, ma la fine di un matrimonio o comunque di un rapporto di coppia, non deve certamente sgnificare la fine di ogni gioia di vivere!  Ovviamente, ogni situazione è differente, ma esistono importanti strategie che possono dare un aiuto nell'affrontare dignitosamente questo momento.

 

Inutile compatirsi: si ricomincia tutto!

Piangere o sfogarsi può fare bene a liberarsi di tensioni e rabbia, ma ogni triste evento della vita ( e generalmente una separazione non  ha mai nulla di allegro), per quanto dolore esso possa portare, può trasformarsi in un’occasione di crescita. Chi arriva a separarsi riflettendo a dovere su ciò che non ha funzionato nel menage a due, dovrà ora pensare a quello che desidera dalla vita. 

In maniera decisa e razionale, vanno valutate le proprie capacità, ponendosi poco a poco degli obiettivi. Può sembrare incredibile, ma ci sono casi in cui si possono davvero8478423474_a029a4376f.jpg compiere dei piccoli-grandi 'miracoli', effettuando inaspettati passi e portando

molte volte a termine cose rimaste in sospeso, magari proprio a causa di un instabile rapporto di coppia.


 Confidatevi con una persona in cui avete fiducia, familiare, collega  oppure amico/a.

E' troppo difficile reggere da soli il peso di un grande dolore. Se poi la persona con cui parlate della vostra situazione, ha vissuto un’esperienza simile ed è riuscita a superlarla e riebolarla, potrà esservi in qualche modo d'aiuto.

Nulla è certamente facile in questi momenti e vivere praticamente solo in funzione di se stessi ed eventualmente dei propri figli, senza occuparsi anche del proprio compagno o compagna come abitualmente accadeva prima, potrà essere inizialmente triste e sconsolante...tranquilli, questo è normale, ma non va mai perduta la fiducia in se stessi e nel prossimo; la vita è fatta di eventi che solitamente mutano, si trasformano... e voi state per prendere una strada diversa e completamente nuova: chi vi dice che non sarà speciale?

 

 

 

 

 

 

Condividi post

Repost 0

commenti