Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Giovanna Bobbio
  • Blog di Giovanna Bobbio
  • : Come fare questo e quello? Leggimi!
  • Contatti
11 maggio 2012 5 11 /05 /maggio /2012 21:57

Il più antico calendario Maya  è arrivato fino a noi: il suo ritrovamento è avvenuto  nella sala di un tempio in Guatemala. Il calendario  non riporta  nessun particolare  indizio sulla nota e  temuta  profezia che dovrebbe riferirsi alla fine del mondo ( secondo alcuni, la fine di tutto sarebbe dovuta avvenire  il 21 dicembre del 2012...ma fortunatamente non è accaduto!).

  Questo è ciò che è stato scoperto da alcuni archeologi, alla guida di William Saturno, nella zona degli scavi  di Xultun; la notizia  emersa dai risultati di questa ricerca, è stata  pubblicata su 'Science'.

4656588744_6b4f2b70df.jpg

 

Nella stanza  sono presenti  dipinti  antichissimi,  più' dei codici conosciuti scritti nel periodo che va dal  1300 e il 1521. Le raffigurazioni riportano  figure umane, i vari cicli della luna e dei  e pianeti, con relativi calcoli che si riferiscono ai cicli astronomici del popolo dei Maya: il calendario cerimoniale  di 260 giorni, quello solare di 365 giorni,  il ciclo del pianeta Venere di 584 giorni  e infine  il ciclo di Marte, di 780 giorni.

 

Tra i  reperti trovati nella sala 'Picta' non esistono 'segni' in grado di  indicare che il mondo possa finire in un anno ben preciso , ma viene specficato semplicemente il termine di uno dei cicli del calendario. Saturno ha voluto spiegare  che, così come  il contachilometri di una macchina,  che può essere azzerato e poi si può far ripartire nuovamente,  così accade con il calendario  dei  Maya:  termina e poi ricomincia dall'inizio, riportando quindi la fine e il nuovo inizio di un ciclo.

 

Condividi post

Repost 0

commenti