Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Giovanna Bobbio
  • Blog di Giovanna Bobbio
  • : Come fare questo e quello? Leggimi!
  • Contatti
7 agosto 2012 2 07 /08 /agosto /2012 20:54

Donne e Islam

 

 

  La condizione delle donne dei Paesi Islamici.

(Giovanna Bobbio)

 

  Secondo le  leggi dell'Islamla donna  ha gli stessi doveri dell'uomo e non esiste  nessuna discriminazione in quella che dovrà essere la sua vita all'aldilà, ma i problemi iniziano nel momento in cui dalla religione si passa alla vita  sociale. Decreta  infatti il Corano: "gli uomini sono preposti alle donne in quanto Dio ha voluto scegliere alcuni esseri su altri e perché gli uomini investono dei beni per poterle mantenere"


 

Praticamente questo vuole significare che la donna, fino a quando  resta  in famiglia, è soggetta  all’autorità del padre e al momento del matrimonio, finisce sotto l’autorità del marito. Sembra un paradosso ma da questo  'destino', viene esclusa  la donna nubile e più avanti con l'età, a cui viene permesso di gestirsi  senza dover sottostare ad altri. 

 

Va però detto che nel mondo islamico, le donne non vivono nelle stesse condizioni di libertà  uguali in tutti i Paesi, quindi, quando si parla  dei loro diritti, è necessario distinguere tra le varie realtà.

 

In alcuni Paesi le donne Islamiche hanno da tempo ottenuto molti  privilegi che in passato erano previsti quasi sempre solo per gli uomini, ma negli Stati maggiormente tradizionalisti e in quelli che intendono reintrodurre la sharīa, in cui le regole del Corano vengono  interpretate  ed osservate in modo rigidissimo,  le donne  si trovano ad essere considerate ad un livello inferiore nei confronti degli uomini.

 

Per via di questa realtà,    le donne vengono  private addirittura dei  diritti umani e civili196805560_a5c50a8269.jpg di base: non sono libere di spostarsi, di esprimersi e di parlare; non possono studiare e quindi fare carriera. Non hanno il diritto di prendere decisioni per il loro futuro  né quello dei loro  figli e si trovano a dover essere completamente  sottomesse agli uomini, i quali possono anche decidere di ripudiarle (ma non possono essere ripudiati!).

Sono inoltre obbligate a dividere il tetto con altre eventuali mogli ed hanno l'obbligo di tenere coperto il proprio corpo e spesso anche il volto.

 

Il Corano ordina  che la donna abbassi lo  sguardo e custodisca 'le proprie 'vergogne', e  prevede che ella debba  mostrare  le sue parti belle solo agli uomini che appartengono alla famiglia.

 

 

Per quanto riguarda il velo delle donne Islamiche, nella società occidentale esso è  visto come il  simbolo di oppressione e di arretratezza della società dei Paesi in cui viene imposto. Il matrimonio viene deciso dai genitori e i figli sono obbligati ad obbedire senza poter rifiutare ciò che viene stabilito dalla famiglia.

  (Nel presente articolo NON si esprimono pareri ma si riportano alcuni aspetti dell'Islam riguardanti la condizione femminile )

Condividi post

Repost 0

commenti