Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Giovanna Bobbio
  • Blog di Giovanna Bobbio
  • : Come fare questo e quello? Leggimi!
  • Contatti
23 agosto 2013 5 23 /08 /agosto /2013 08:53

Cappottini, abitini, pigiamini, magliette e calzoncini... Meglio fermarsi qui , visto l'elenco potrebbe essere lunghissimo, infatti gli indumenti che servono per un bambino sono davvero infiniti ! Ma cosa dobbiamo farne quando si rivelano piccoli e stretti? I figli crescono velocemente e pile di indumenti ancora praticamente nuovi, vanno solitamente a colmare cassetti e scatoloni, per poi essere eventualmente passati a qualche amica.

Un'idea  per liberare scaffali e bauli guadagnando una anche una buona somma di denaro. è quella aprire un negozio di vestiti usati  per bambini e nei prossimi passi vi siegherò come  fare.


99204473_43731bd764.jpg

I vestiti dei piccoli costano solitamente  parecchio, specialmente se si pensa che verranno utilizzati  soltanto per brevissimi periodi: perchè non sceglierli in un negozio di abbigliamento usato? Si risparmia parecchio e sono molti coloro che scelgono questa soluzione.

Per iniziare questo tipo di attività,  vi occorre la partita Iva ( dovete recarvi presso l'Agenzia delle Entrate), e poi vi dovete iscrivere alla Camera di Commercio della vostra città. Vi occorrerà logicamene anche un locale, ma non serve sceglierlo troppo grande: investite piuttosto qualcosa in più per trovarlo situato in una discreta posizione: sono consigliabili le aree con molti uffici, scuole per l'infanzia, supermercati, ma vanno benissimo anche le vie da percorrere a piedi per recarsi il parco, infatti vi passeranno molti genitori e nonni, ed il vostro negozio verrà sicuramente notato.


Non dimenticate di informarvi presso il vostro Comune sulle agevolazioni e sui finanziamenti UE, eventualmente anche su quelli relativi all'imprenditoria femminile.

Se invece non avete figli e quindi non avete in casa scorte di abitini, nessun problema: avrete ugualmente modo di  aprire il vostro negozio contattando le giovani mamme del condominio, le amiche, le amiche delle amiche... chiedendo loro di affidarvi i piccoli vestitini  inutilizzati: a loro turno vi indicheranno sicuramente altri genitori da contattare e grazie al passaparola, avrete certamente la possibilità di avere sempre ulterore abbigliamento a disposizione e si creerà quindi un circolo di venditori e nello stesso tempo, di probabili acquirenti.

 

Da condiderare poi anche l'inserimento di annunci online, e disponendo di una buona sommetta da investire, potrete anche pubblicizzare l'apertura dell'attività distribuendo un certo numero di volantini informativi, ma tenete presente questo va fatto soltanto osservando precise norme, pena  pesanti sanzioni!

Occhio all'igiene: tutti i capi ritirati (meglio adottare il conto vendita ) dovranno  essere perfettamente puliti, in ottimo stato e ben stirati: se vi sfuggisse un minuscolo strappo,  rimediate con una piccola applicazione fissandola con piccolissimi punti eseguiti a mano, ma in questo caso, fatelo sempre presente nel momento dell'acquisto, poiché la correttezza è sempre un buon 'biglietto da visita' di oggi e di domani!

 

Non dovrete  spendere grandi cifre per gli arredi: gestendo merce di minute dimensioni, basteranno delle mensole, un tavolino , dei cesti e dei supporti  in metallo. Vivacizzate poi le pareti con tinte gradevoli e appendete quache simpatico poster o quadro, sistemando (lontano dall'ingresso!), una piccola  panca in plastica o in legno colorato: servirà i bambini mentre le mamme guarderanno ciò che è esposto.

Condividi post

Repost 0

commenti