Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Giovanna Bobbio
  • Blog di Giovanna Bobbio
  • : Come fare questo e quello? Leggimi!
  • Contatti
16 dicembre 2012 7 16 /12 /dicembre /2012 00:00

 

 

 

Ovviamente non è mai troppo facile scoprire l'ipocrita, ma con un po' d'allenamento forse si riesce farcela...o almeno, ci si può provare. Ricordate però che una  persona soggetta a  determinati comportamenti, non è per forza da  ritenere bugiarda: molte volte  è solamente spaventata o insicura.

 

Comunque, per cercare di comprendere  se un individuo dice la verità o meno,  dovrete prestare attenzione alle sue sulle azioni ed ai suoi atteggiamenti mentre sta  rispondendo ad una o più  a una domande: il bugiardo, difficilmente si muove a casaccio ed ogni suo movimento, solitamente si può razionalmente spiegare!

 

Il viso: rappresenta un punto importantissimo da tenere 'sotto controllo', in quanto è proprio lì che si manifestano istintivamente delle emozioni non facili da contenere.
Chi è impaurito, teso e innervosito è meno bravo a pilotare  le proprie emozioni e  il volto diventa un ottimo 'specchio' del pensiero.

 

 

Piccoli e incontrollati scatti dei muscoli facciali, indicheranno che tra  ciò che viene detto e ciò che realmente è, esiste una bella differenza! Anche un sorriso può risultare falsato: il sorriso vero viene controllato da un muscolo presente nello zigomo, dando un certo movimento all'intero volto, mentre quello falso fa praticamente muovere solo i lati della bocca, per intenderci.

 

Importante: se chi avete di fronte non vi guarda  in viso, seguite dove egli porta lo sguardo:  potrebbe istintivamente ( e stupidamente!) mostrarvi l'oggetto delle sue menzogne.


Le mani: se  chi avete di fronte le muove con frenesia, stringendo  in maniera marcata degli oggetti,  state probabilmente ascoltando una buona raffica di bugie.

Chi mente infatti, cerca di 'impegnare' le mani in gesti anche se4821060456_706a2985e9.jpgnza senso, per impedire ad

esse di gesticolare, quindi di avere più possibilità di 'rivelarsi' e  di  sbagliare.


  • Le gambe e i piedi: gli arti inferiori, risultando  meno mobili rispetto ai superiori , sono anche  meno controllabili e quindi possono mostrano più chiaramente che una persona sta mentendo.

     
    Se una persona accavalla le gambe mentre le state parlando, e senza rendersene conto tende a girare le ginocchia e/o i piedi verso una porta oppure una finestra, forse vuol dire che vorrebbe uscire alla svelta da quella situazione! Potrebbe inoltre girare i talloni all'insù come ad esempio quelli di un  velocista che sta per partire, oppure potrebbe sollevare da terra un piede,  proprio perché vorrebbe...'portar via i tacchi' immediatamente!  

    La voce : le sue  eventuali  modifiche,evidenziano una possibile differenza tra ciò che si pensa e ciò che si sta dicendo: cercate di capire se è marcatamente acuta, o troppo grave, se è troppo forte o troppo bassa, se è quasi come quella di un robot o  se vibra troppo! 

 

 

Condividi post

Repost 0

commenti

vitalluni 01/05/2013 21:41

Be devo ammettere che da quando ho visto "Lie to me" in Tv ho iniziato a cercare di capire se qualcuno mente. 9 volte su dieci non funziona. Anche quando è palese che qualcuno mente (giusto perchè
eravate già a conoscenza di qualche dettaglio) o quando è palese che qualcuno non stia mentendo. Mascherare le emozioni è difficile, ma sapere da un emozione se qualcuno sta mentendo ... Anche
perchè qualunque scemo legga quel manuale con un po di esercizio può far credere a chi ha letto il manuale che non stia mentendo. Secondo me si rischia solo di dare il via a una caccia alle streghe
e onestamente sapere che i datori di lavoro si basino su "un manuale" piuttosto che sul loro istinto da imprenditori o sui fatti mi fa venire i brividi. L'unico modo secondo me per capire se uno
mente è un interrogatorio (cosa che peraltro fanno già le forze dell'ordine). Anche perchè i segnali cambiano da persona a persona (ad esempio io non guardo mai negli occhi quando parlo con
qualcuno a meno che mi ricordi "buona educazione guardare negli occhi parlando", in tal caso guardo negli occhi)... Oppure io non sono abbastanza bravo per capire quando uno mente, se vogliamo
lasciare aperta una possibilità.

giovanna bobbio 02/14/2013 14:14



certo....infatti sono consigli da prendere con le pinze...anche se a volte possono magari servire...



Mara 12/17/2012 02:43

Un po' di trucchetti quindi...si in fondo osservando con attenzione, molte cose saltano a galla con facilità, ma c'è chi riece a controllarsi molto bene e chi talvolta mente così bene da
convincersi lui stesso per primo di star dicendo una cosa vera...osservare il proprio interlocutore specie in determinate situazioni, non guasta mai

giovanna bobbio 12/17/2012 11:18



già....l'ho scoperto da un manuale che mi ha fornito uno dei miei datori di lavoro...lui prima di assumerti ti scrutava, sia  per capire sia se  mentivi....sia per capire quanto
eventualmente potevi essere brava a farlo. Diabolico il tipo!