Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di Giovanna Bobbio
  • Blog di Giovanna Bobbio
  • : Come fare questo e quello? Leggimi!
  • Contatti
11 settembre 2017 1 11 /09 /settembre /2017 16:55

 

Il Consorzio ''Focaccia di Recco col formaggio'' è stato formato nel 2005, ed ha ottenuto la tutela europea IGP (Indicazione Geografica Protetta) per l'ormai notissima ''Focaccia col Formaggio di Recco'': una inimitabile specialità gastronomica.

Focaccia col Formaggio: specialità di Recco.

 

Sul fatto che la ''Focaccia di Recco col formaggio '' sia un cibo inimitabile non ci sono dubbi: provare per credere, perchè confrontandola con le altre focacce al formaggio, la differenza c'è: si vede e... si sente! 

Sono molti coloro che provano a copiarla: al ristorante e in pizzeria  (ma anche nei nei panifici) spesso sicerca di replicarla e in alcuni casi i risultati risescono ad essere discreti, ma credetemi, io vivo a Genova e gusto spesso (ovviamente recandomi a Recco)  la ''Focaccia col formaggio di Recco'': la differenza con le altre focacce, per buone che esse possano essere, c'è: si vede e ...si sente!

Un consiglio? Per gustare la prelibata e vera 'Focaccia col formaggio' visitate Genova e fate un giro a Recco: porterete a casa il ricordo di sapore che non dimenticherete!

C'è un segreto? Forse...ma ovviamente se c'è, rimarrà tale per sempre!  

Focaccia col Formaggio di Recco: cosa è bene sapere

Mentre in Italia le altre focacce vengono normalmente realizzate con un impasto lievitato, la Foocaccia al Formaggio è l’unica che non viene preparata con il lievito. Inoltre il genere di farina impiegata non è la stesso usato per il pane.

Putroppo in Tv mi è capitato di seguire una nota trasmissione di cucina in cui, per la preparazione di una 'copia' della focaccia al formaggio recchese, veniva inserito nell'impasto il lievito: terribiile e imperdonabile errore! 

Un'altro errore che mi capita di rilevare in molte ricette della Focaccia al Formaggio, è l'uso di quagliata (che a Genova chiamiamo 'prescinseua'): nonva bene perhè è troppo liquida, piuttosto acida e tende a raggrumarsi. La focaccia al formaggio deve cuocere a temperatura elevata (nei forni professionali cuoce a 300°) ed il formaggio non deve trasformarsi in minuscoli grumi o lasciare acqua: questo invece accade usando la 'prescinseua'!  

Come si ottiene la Focaccia al Formaggio?

L'impasto deve essere ottenuto con farina di grano tenero, olio evo, acqua e sale, mentre la farcitura va realizzata con la crescenza. Per la vera Focaccia al formaggio di Recco viene utilizzato il “Formaggio fresco prodotto con latte ligure tracciato” ma tale prodotto non esiste in commercio, quindi se si decide di prepararla ugualmente, non rimane che scegliere una crescenza di buona qualità.

E adesso...la ricetta della Focaccia al Formaggio!

 

-1 chilo di farina di grano tenero “00” di forza 

(oppure 1 chilo di  farina tipo “Manitoba”)

-120 g, di olio evo (italiano!) 

- 500 ml di acqua 

- 15 g di sale fine 

- 2 kg di crescenza    

Preparazione


Lavorare i vari ingredienti assieme sino ad ottenere una palla adeguatamente morbida e liscia. Coprire l'impasto con un telo di cotone lasciandolo riposare almeno 3 quarti d'ora a temperatura ambiente.

Ttirare la pasta a mano adottando un movimento rotatorio; passare le mani sotto la sfoglia per rendere sottilissimo lo spessore (dovrebbe essere sottile come un fazzoletto!), ma prestando attenzione a non creare buchi.

Ungere una teglia e adagiarvi un primo strato di pasta, che va farcito con la crescenza; coprire il tutto con un secondo strato, praticando pochi forellini qua e là. Richiudere bene i bordi e spennellare la superficie con l’olio.

Infornare al massimo calore per 5/6 minuti

Buon appetito! 

 

 

 

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by giovanna bobbio
9 settembre 2017 6 09 /09 /settembre /2017 11:05

Coloro che mi seguono da tempo, avranno certamente notato che nel mio Blog ho in passato inserito dei post in cui si parla in linea generale dei principali passi da compiere per entrare in ''FBI'' (Federal Bureau of Investigation): ho riportato infatti informazioni (provenienti esclusivamente da apposite fonti) che potrebbero risultare utili a chi nutrisse il desidario di lavorare in FBI.

Oggi scrivo invece qualche riga dedicata a coloro che almeno una volta hanno pensato di poter lavorare in FBI come agente sotto copertura.

Chi è un agente sotto copertura?

E' abbastanza facile da intuire, ma volendo rispondere alla domanda in poche parole, possiamo dire che si tratta ''semplicemente'' di un personaggio 'infiltrato' la cui identità deve assolutamente e ovviamente rimanere segretissima, accuratamente coperta da una differente apparenza.

Tempo fa, nel corso di una trasmissione televisiva in cui si parlava in linea generale di missioni segrete nel mondo, un giornalista parlava di un sondaggio effettuato nella seconda metà degli anni 2000 in alcuni Stati (non ricordo quali!): in tale ricerca era stato chiesto ad un determinato numero di uomini e donne (dai 25 ai 45 anni in possesso di diploma o di laurea) se  avessero mai pensato o piuttosto desiderato di poter lavorare come agenti FBI sotto copertura.

Bene, la percentuale dei 'si' pare sia stata particolarmente alta, con una leggera maggioranza tra gli intervistati maschi. Sembra quindi che l'idea di vestire i panni di una coraggiosissima spia, consista in un'aspirazione nutrita da molti uomini e da qualsi altrettante donne.

Cosa fa un agente FBI sotto copertura?

Le mansioni di un agente appartenente alla Federal Bureau of Investigation   possono essere diverse e tutte di grande importanza, ma quella che più attrae e affascina molte persone, è proprio quella dell'agente FBI sotto copertura: probabilmente il lavoro più pericoloso che si intenda decidere di svolgere!

E' abbastanza logico comprendere che lavorare in FBI non possa essere cosa da tutti e su questo punto nessuno dovrebbe avere dubbi: per certe mansioni occorre sicuramente bravura, astuzia e scaltrezza, ma...anche una buona dose di 'fegato', ovvio!

Non ne siete convinti?

Bob Hamer, il quale ha lavorato per diversi anni come agente sotto copertura 'FBI, decrive con estrema chiarezza nel suo sito e nei suoi libri quali e quanti siano i pericoli ed i rischi legati a questo lavoro. Ecco riportate alcune sue significative frasi  su cui sarebbe bene riflettere:

''Vieni buttato nella gabbia di alcune delle organizzazioni criminali più violente e paranoiche del mondo, e vivi costantemente sotto pressione per ottenere informazioni senza finire torturato e ucciso. E l'etica del tuo lavoro è sempre in bilico: la linea tra spingere i criminali a rivelarti i loro piani più sordidi e l'istigazione è molto, molto sottile.''

Qualcuno di voi forse nutriva e nutre ancora il sogno di trasformarsi in Agente FBI sotto copertura?

 

 

Repost 0
Published by giovanna bobbio
scrivi un commento
3 luglio 2017 1 03 /07 /luglio /2017 12:29

            

Scarpe Nike originali o false-come capire se l'acquisto è da fare oppure no?

 

Chissà quante volte è già successo e quante volte accadrà ancora di vedere quel bel paio di scarpe Nike sognate da tempo, ad un prezzo favolosamente basso!

E viene quindi spontaneo pensare: ''che fortuna...che affare!'' 

Già...come lasciarsi sfuggire un'occasione simile?

 

Beh,  in realtà l'occasione potrebbe invece rivelarsi una vera e propria delusione, poichè in casi normai, è decisamente difficile poter acquistare le scarpe Nike originali a prezzi stracciati!

QUALCHE SUGGERIMENTO UTILE per non prendere abbagli? Eccone alcuni:

 

Prezzi ' stracciati': attenzione!

E' quasi superfluo ripeterlo...è una storia vecchia: le varie proposte di scarpe Nike a prezzo 'da occasione' devono far riflettere e vanno sempre valutate molto bene! Si tratta infatti  di un aspetto a cui prestare sempre e sempre la massima attenzione!

 

 Campioni: attenzione!

Molti, convinti magari di comprare modelli provenienti da campioni o creati appositamente per le esposizioni, spesso portano a invece casa delle scarpe Nike semplicemente false! Sono infatti pochissimi i campioni di scarpe Nike originali regolarmente venduti e si tratta di pochissimi modelli disponibili soltanto in alcune taglie americane. 

 

Modelli fuori produzione: attenzione!

Le scarpe Nike originali fuori produzione, difficilmente sono trovabili nelle diverse misure! Chi invece dovesse disporre di numerose 'rimanenze' con svariate numerazioni (molte volte definite come 'fondi di magazzino'), potrebbe semplicemente disporre di elementi contraffatti!

 

Tempi di spedizione stimati in otto/dieci giorni e oltre: attenzione! 

Molto spesso i modelli contraffatti arrivano da Paesi lontani e proprio per questo motivo impiegano molto tempo ad arrivare a destinazione: per evitare il rischio di brutte sorprese, è quindi consigliabile effettuare i propri acquisti online soltanto entrando nel sito della Nike. I tempi di spedizione dell'Azienda sono generalmente piuttosto brevi:

indicativamente non superano un massimo di 5 giorni (sono solitamente più lunghi solo in caso di ordini personalizzati e che quindi necessitano di tempistiche maggiori per la loro preparazione).

 

Numero SKU: attenzione!

In tutte le scarpe Nike originali viene sempre riportato lo stesso numero SKU visibile sulla scatola. Se tale numero non è presente oppure non è lo stesso, è altamente probabile che le scarpe proposte non siano autentiche.

 

 

 

 

Repost 0
Published by giovanna bobbio
26 maggio 2017 5 26 /05 /maggio /2017 16:51

Dal 1992 oltre 30 milioni di visitatori sono entrati nel Porto Antico per visitare il nostro Acquario...l'Acquario di Genova, il maggiore del Mediterraneo! Ormai, con la nostra celebre Lanterna, noi genovesi lo vogliamo considerare un simbolo della città, già, il secondo simbolo di Genova!

Vuoi soggiornare in un accogliente alloggio? Si chiama Sant'Agnese House, e L'Acquario è proprio lì, a pochi passi!

Potrai arrivare anche in treno: la casa si trova a pochi minuti a piedi dalla Stazione Genova Principe e  dall'Acquario.

 

Acquario di Genova: una struttura fantastica!

Venne costruito nel 1992 in occasione dell'Expo, evento organizzato per celebrare i 500 anni dalla scoperta dell'America da parte del navigatore/capitano genovese Cristoforo Colombo.

L'Acquario di Genova si visita in circa 3 ore:  è composto da 70 vasche, 12.000 animali (con oltre 400 specie ) e più di 200 vegetali. Vi lavorano 250 addetti e come visite da parte dei turisti, rimane 'in coda' solo agli Uffizi, ai Musei Vaticani ed agli scavi di Pompei.

 

Ecco perché l'Acquario di Genova può essere definito come una struttura di importanza internazionale, una stupenda attrattiva culturale che ha regalato una svolta alla nostra affascinante città, poiché l'ha trasformata in una rilevante meta turistica!

Vuoi soggiornare in Sant'Agnese House? Sarà un piacere ospitarti. Si trova realmente a pochi passi dall'Acquario di Genova.

Ok, ti aspetto a Genova. Se verrai sarai  il benvenuto, quindi se vuoi, scrivimi.

Repost 0
Published by giovanna bobbio
scrivi un commento
28 aprile 2017 5 28 /04 /aprile /2017 07:51

IL Rolex è il vostro sogno nel cassetto e intendete acquistarne uno? Complimenti: si tratta indubbiamente di un'ottima scelta!  Il prezzo è troppo elevato e state pensando ad un usato? Perchè no?

Ma il dubbio vi tormenta e vi state forse chiedendo come  riconoscere un Rolex originale da un Rolex falso? Beh...in effetti non è da tutti sentirsi particolarmente esperti in questo campo. Come accertarsi di non portare a casa una riproduzione?

Rolex usato: originale o falso? Come regolarsi se non si è molto esperti.

Ovviamenete, quando si acquistano questi preziosi orologi, la strada migliore da percorrere è quella di recarsi in un negozio ufficiale oppure in punto vendita autorizzato dal marchio Rolex (importante: la Casa, sul proprio sito, mette disposizione degli utenti l'elenco dei rivenditori ufficiali Rolex!); ma chi sceglie di effettuare tale acquisto optando per un usato, come  deve regolarsi? Come riconoscere un Rolex usato originale da un Rolex usato falso?

                                                                           FOTO: https://en.wikipedia.org/wiki/File:Rolex_Datejust_116234.jpg

Per un appassionato esperto non è certo un problema capire se il Rolex proposto consiste in un originale o se invece si tratta di un falso, ma potrebbe esserlo per altri. 

I suggerimenti per accertarsi di eseguire un buon acquisto sono diversi, ma qui vogliamo fornire qualche semplice consiglio facile da seguire, e che allo stesso tempo possa rivelarsi sicuramente utile a chiunque si ritenga poco esperto.

Innanzitutto, occorre soppesare il Rolex: un modello originale non è mai leggero, anzi, è invece piuttosto pesante in quanto viene prodotto in acciaio pieno.

Va poi avvicinato all’orecchio: in un Rolex originale non deve avvertirsi nessun genere di  ticchettio, inoltre la lancetta dei secondi deve muoversi con fluidità e con continuità, senza alcun minimo scatto.

Il Rolex usato che vi viene proposto è un modello che accanto alle ore 3 contiene il datario? Bene, allora se si tratta di un Rolex originale, la lente d’ingrandimento (Cyclope) consente di vedere il numero ingrandito di 2,5 volte: se la cifra del datario ingrandita dalla Cyclope  non esiste, l'orologio è un falso.

Un ulteriore e validissimo metodo per capire se il Rolex usato proposto è originale o falso,  è quello di eseguire un test di comparazione: il sito della Casa offre un catalogo con le fotografie di ogni orologio prodotto.

Infine, quando si sceglie di acquistare un Rolex usato senza possedere particolare esperienza in campo, è sempre consigliabile, quando possibile, farsi accompagnare da una persona di fiducia che conosca molto bene questo genere di oggetto e quindi ogni sua caratteristica. Oppure potrebbe essere un'ottima scelta quella di chiedere il cortese parere di un rivenditore Rolex autorizzato.

 

Repost 0
Published by giovanna bobbio
scrivi un commento
8 marzo 2017 3 08 /03 /marzo /2017 10:19

CIA: una sigla che probabilmente ognuno di noi conosce, ma siamo certi di sapere a cosa esattamente essa si riferisce?

L'acronimo C.I.A significa Central Intelligence Agency: organizzazione del governo federale USA che pratica le proprie attività e la ricerca di svariate informazioni all'estero.  

E' dunque bene precisare che al contrario dell'FBI (Federal Bureau Investigation), la CIA non esercita alcuna funzione di polizia all'interno degli USA, ma solo in territorio estero. 

                                                                              foto:  https://www.cia.gov/careers/index.html

CIA: quali sono i suoi obiettivi?

La CIA ha innanzitutto il compito di trovare e analizzare ogni possibile informazione proveniente da ogni parte del mondo, utile alla sicurezza del Pianeta: questo viene fatto adottando i sistemi ritenuti maggiormente idonei ed eventualmente agendo in determinati Paesi con azioni militari segrete.

Come entrare nella CIA?

Se vi è capitato in qualche occasione di chiedervi come sia possibile entrare nella CIA, forse avrete già potuto intuire che tale professione necessita di precisi requisiti:  serve moltissimo coraggio, particolare astuzia e grande disciplina, tanto per iniziare... ma non solo, ovviamente!

Per entrare nella CIA occorre innanzitutto disporre della cittadinanza americana ed è necessario avere una fedina penale assolutamente intonsa (come del resto accade anche per entrare in FBI)

Occorre inoltre essere disposti ad accettare una eventuale posizione comando, dimostrando di sapere totalmente gestire le proprie responsabilità relative al ruolo assegnato all'interno dell'organizzazione, ed è per questo obbligatorio riuscire a superare determinate prove selettive.

Le mansioni per cui è possibile proporsi  all’interno della CIA sono molte: si cercano ad esempio esperti nei linguaggi dei segni, analisti psichiatrici, esperti in operazioni paramilitari, esperti informatici ecc., ma è chiaramente necessario conoscere perfettamente l'inglese; in determinati settori occorre anche essere titolari di almeno una laurea e serve conoscere più lingue (tra le più richieste troviamo quella araba, la russa e la cinese).

Avete proprio deciso di provare ad entrare nella Central Intelligence Agency? Allora documentatevi adeguatamente entrando nel sito della CIA  e inviate lì la vostra domanda.

Buona fortuna!

 

https://www.cia.gov/careers/index.html

 

 

foto: http://www.repubblica.it/esteri/2017/03/07/news/wikileaks_cosi_la_cia_ci_spia-159968008/

Repost 0
Published by giovanna bobbio
5 marzo 2017 7 05 /03 /marzo /2017 10:17

La Buridda: sapete cos'è?

Probabilmente si, ma forse qualcuno non conosce questa vera prelibatezza di cui la Liguria va fiera!

La Buridda è un tipico piatto appartenente alla tradizione ligure, una squisita zuppa di pesce che porta appunto il nome di  Buridda. Viene in genere realizzato con cefali, gronghi, calamari, polpi, moscardini, totani (oppure soltanto con lo stoccafisso), fagiolini e svariate verdure.

Nella mia città, la tradizionale Buridda viene spesso cucinata 'alla genovese', sostituendo i pesci sopra elencati con le seppie: la classica Buridda Ligure diventa così la 'Buridda alla Genovese'.

Come verdure vengono utilizzate patate e piselli, eventualmente sostituendo questi ultimi con i carciofi quando la stagione lo consente.

                    

 Tradizionale ricetta della Buridda di Seppie alla Genovese

Ingredienti x 4 persone:

(porzioni piuttosto abbondanti)

1 kg di seppie; 3 / 4 patate; 1 scatola di piselli; mezzo bicchiere di passata di pomodoro; 3 piccole acciughe sotto sale; 1 spicchio d’aglio; 4 / 5 capperi, 1 mazzetto non troppo piccolo di prezzemolo; mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva; 1 bicchiere quasi pieno di vino bianco secco; sale q.b.

Esecuzione

-tagliate a listarelle le seppie pulite e ben lavate

-preparate un trito con il prezzemolo, i capperi e l'aglio, quindi mettetene da parte circa metà.

-pulite, lavate e tritate le acciughe salate e aggiungetele al trito di prezzemolo e aglio.

-fate passare il tutto nell'olio a fuoco basso possibilmente usando un tegame in terracotta (prestate attenzione: gli ingredienti non devono imbiondirsi troppo in quanto rischierebbero di assumere uno sgradevole sapore di bruciato); girate il preparato con la paletta di legno e appena avvertite un intenso profumo, aggiungete le striscioline di seppia,  giratele e fatele rosolare uniformemente, permettendo loro di insaporirsi bene.

-bagnate quindi con il vino bianco, fatelo evaporare e poi aggiungete la passata di pomodoro, incorporandovi anche qualche cucchiaiata d'acqua.

-incoperchiate e cuocete a fuoco basso per circa 15 minuti poi aggiungete le patate sbucciate, ben lavate e tagliate a pezzetti. Incoperchiate nuovamente e fate cuocere il tutto ancora per circa 30 minuti (le seppie e le patate devono risultare morbide); aggiustate di sale e se occorre, aggiungete un poco d'acqua per non fare asciugare eccessivamente il preparato (deve infatti formarsi un po' di sughetto).

-poco prima di spegnere il fuoco inserite i piselli in scatola ben scolati (se invece utilizzate quelli surgelati, uniteli al resto poco dopo le patate). 

 

Inserite infine la parte precedentemente conservata di trito d'aglio e prezzemolo, mescolate e servite la Buridda di seppie alla genovese ben calda (veramente alcuni la preferiscono tiepida!) con pane affettato ed eventualmente abbrustolito e strofinato con l'aglio.

Buon appetito!

 

 

 

 

 

 

Foto: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Buridda_di_seppie_01.jpg

Repost 0
Published by giovanna bobbio
scrivi un commento
4 marzo 2017 6 04 /03 /marzo /2017 10:26

Marchio CE: come riconoscere le truffe

                                                         --------------------          

Lo sanno ormai in molti: il marchio CE è stato e ed è ancora in alcuni casi utilizzato in maniera  ingannevole! - ( Decreto Legislativo del 6 Novembre 2007, n. 194/Gazzetta numero 261: 'È vietato apporre sugli apparecchi e sui relativi imballaggi e istruzioni per l'uso, segni che possano indurre in errore terzi in relazione al significato o alla forma grafica della marcatura CE') -

In questo articolo si desidera ricordare a tutti gli utenti di prestare sempre molta attenzione ai prodotti riportanti tale marchiatura, non solo per la propria ma anche per l'altrui sicurezza.

Purtroppo alcune aziende cinesi sfruttano le due lettere CE per indicare  'Cina Export' (capito?) e non Conformità Europea, ma sono ancora diversi i  consumatori che, non essendone al corrente, credono di acquistare articoli conformi agli standard della Comunità Europea mentre così non è. Ma come riconoscere le truffe del marchio CE? Non è poi così difficile: basta prestare la giusta attenzione.Marchio CE: come riconoscere le truffe
 
Esiste una differenza ben precisa: nel marchio CE  che indica semplicemente 'Cina Export' (quindi i prodotti così marchiati non sono conformi), le due lettere C e E appaiono ravvicinate, come si nota chiaramente nella foto n 1.
 
A colpo d'occhio, il marchio relativo alla conformità europea si può individuare notando che la C e la E sono 'estratte'  da due cerchi, come si può comprendere  osservando la foto n 2 .
Occorre quindi verificare che fra la C e la E sia presente almeno la metà della larghezza della C. 
 
 

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by giovanna bobbio
scrivi un commento
23 febbraio 2017 4 23 /02 /febbraio /2017 12:29

                                                   

                                     Come entrare in FBI

 

Quali sono i requisiti necessari per entrare in FBI e a  quali test occorre sottoporsi?

Secondo alcune statistiche, pare siano molti (sia uomini che donne) coloro che hanno valutato almeno una volta l'idea di poter entrare in Federal Bureau of Investigation: l'Ente investigativo di Polizia statunitense maggiormente noto con la sigla ''FBI''. 

 

Foto: https://www.flickr.com/photos/nostri-imago/3416310475
 
 

Se siete finiti su questo articolo, probabilmente stavate semplicemente cercando informazioni generali sull'argomento, ma forse volevate proprio capire come poter intraprendere il mestiere di agente federale...è così?  A questo punto è possibile che molti di voi rimangano delusi, poiché innanzitutto è bene tenere presente che per far parte dell'FBI è indispensabile essere in possesso della cittadinanza americana: impossibile entrarvi senza!

(leggi anche: lavorare in FBI come agenti sotto copertura)

I requisiti

Superato lo scoglio della cittadinanza, se intendete entrare in FBI (l'accesso è aperto sia ai militari e sia ai civili), dovete possedere questi principali  requisiti.

  • Aver compiuto almeno 28 anni (32 gli agenti speciali)
  • Possedere un diploma di laurea
  • Possedere una fedina penale intonsa e non avere mai commesso alcun genere di reato (o avervi partecipato)
  • Possedere una patente di guida (ovviamente non scaduta!) 
  • Non presentare tatuaggi in zone visibili o comunque non nascoste dalla divisa (volto, collo, polsi, mani ecc.)

I test

Ok, siamo già arrivati a buon punto, ma...pensavate forse di cavarvela con cittadinanza americana e requisiti in regola? No, tutto questo è indispensabile ma non basta: il percorso continua.

Per entrare in FBI ci si deve sottoporre a determinati test,  che non sono certo 'all'acqua di rose' , anzi, per essere espliciti possiamo subito dire si tratta di prove non proprio alla portata di tutti!

La prova fisica era stata cancellata nel 1999, ma l'Fbi ha ormai deciso di tornare ai criteri selettivi di un tempo: vanno indiscutibilmente bene qualità come bravura, coraggio, intelligenza e scaltrezza...ma serve anche una forma fisica eccellente, o meglio, perfetta! E allora occorre allenarsi....e molto!

Il test si suddivide  nelle seguenti 4 prove, le quali devono essere eseguite a non più di cinque minuti l'una dall'altra (si concede infatti qualche minuto di tempo per 'riprendersi' tra il termine di una prova e l'inizio dell'altra). 

1- un  minuto di sit-up
Si fanno lavorare gli  addominali per 1 minuto senza pausa, con il torso mantenuto deve essere perpendicolare alla superficie nella fase massima, mentre  nella fase minima le scapole devono toccare il suolo.  Le donne superano il test  almeno 35 sit up, gli uomini con almeno 38 sit up.

2 - una corsa- sprint di m. 300
Partenza dal posto in piedi per tre quarti di 1 giro di un percorso standard: le donne passano la prova se impiegano meno di 64,9 secondi, gli uomini meno di 52,4 secondi.

3- gruppo di flessioni
In questo test si richiede l'esecuzione del maggior numero possibile di flessioni. Non si tiene conto del tempo impiegato per effettuarle ma non si possono fare pause tra i vari piegamenti: le donne devono eseguire almeno 14 flessioni, gli uomini 30.

4- corsa per 2,5 km
Si termina il tutto con 2,5 chilometri di corsa, che corrispondono a 6 giri di un determinato percorso, da compiere nel minor tempo possibile. Le donne superano il test se totalizzano meno di 14,00 minuti, gli uomini 12,24 minuti.

E' superfluo dire che chi ottiene risultati migliori ha maggiori possibilità di entrare in FBI: i  risultati minimi consentono comunque il superamento della prova, ma offrono soltanto 1 punto. In ogni caso, il  test viene superato se si totalizzano almeno 12 punti. Bene, una volta superate brillantemente tutte le prove e una volta accettati nell'FBI, ci si deve ''solo'' sottoporre all'addestramento! Buona fortuna.

LEGGI ANCHE: ''LAVORARE IN FBI COME AGENTI SOTTO COPERTURA''

foto : https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Gty_fbi_academy_ll_120411_wmain.jpg
Repost 0
Published by giovanna bobbio
23 gennaio 2017 1 23 /01 /gennaio /2017 16:14

Come cucinare per 4 con soli 6 €

La crisi ci assilla e il portafoglio piange? 'Mal comune mezzo gaudio'...dice il proverbio, mahh... la cosa non è comunque consolante!

In effetti sono molti coloro che ogni giorno devono fare 'i conti della serva' per arrivare a fine mese...e chissà quante volte è capitato un po' a tutti di avere in programma un determinato menù...per poi decidere di cambiarlo dopo aver dato un'occhiata ai vari prezzi esposti! Questo può accadere specialmente quando manca poco al prossimo stipendio e... si stanno per esaurire le scorte del momento! Già!

Ma a volte non finisce lì...sì..perché  magari, proprio nei giorni in cui le nostre tasche tendono ad essere più o meno vuote, quella coppia di amici che non vediamo da una vita ci chiama avvisandoci che nel fine settimana si troveranno a passare dalle nostre parti e... vorrebbero passare a farci un salutino!...Beh...  noi ne siamo sicuramente felici, anzi felicissimi, quindi...come non invitarli a pranzo?  A PRANZO ???  AIUTO !!!!

Beh...niente panico: sappiate che se non si hanno grandi pretese,  con 6 € possiamo preparare delle semplici ma ottime  portate per 4 persone: primo, secondo e contorno!

Impossibile? Non è vero: nulla è impossibile...o quasi!  :-)

Ecco quindi un pratico esempio di come cucinare per  4 con 6€ !

Menù per 4

primo:  PENNETTE IN SALSA ROSA

secondo:  PASTICCIO DI CARNE E BIETOLE CON CONTORNO DI PISELLI

  --                       --                       --                      --                      --                      --                     --                    ======================================================

 

 - Ingredienti per primo e secondo piatto

(prodotti con marca del supermercato, secondo i prezzi di un discount della mia zona)

mezzo chilo di pennette - una lattina di pelati- mezzo litro di latte- una cipolletta, mezzo chilo di bietole- 1 etto e mezzo di carne tritata- 1 panino- 2 uova 1 kg di patate- 2 sottilette, 2 cucchiai rasi di farina ***, una busta da 1hg di formaggio grana ***

***per acquistare 1 busta di grana da 1h, marca del supermercato, io spendo  84 centesimi, ma conteggeremo questa spesa in fondo, nel totale finale, idem per la farina)

- ingredienti e costi del primo piatto

PRIMO

-1 pacco di pennette:da mezzo chilo:      41 centesimi

-1 confezione di pomodori pelati:            39 centesimi

-L.0,5 di latte per la besciamella:            42 centesimi

-1 piccola cipolla                                                   10 cent

-2 cucchiaini di formaggio grana

totale : € 1,32

- ingredienti e costi del secondo piatto

SECONDO

un mazzo di bietole di circa 7 hg               1,40 €

-hg 1,00  di carne trita                                  70 €

-1 piccolo panino (meglio raffermo)             15 cent.

-1 patata di media grandezza                      30 cent

-2 uova                                                        40 cent

-1 scatola di piselli fini                                 37 centesimi 

-1 sottiletta                                                   10 centesimi (io pago 99 cent. il pacco da 10)

-2 cucchiaini di formaggio grana

Siamo arrivati a  € 4,74 

a cui aggiungiamo gli 82 centesimi per la busta da 1 hg di formaggio grana come abbiamo precisato sopra) e raggiungiamo la cifra di € 5,56 .  Rimangono 44 centesimi: beh...calcoliamoli in maniera approssimativa  come spesa per farina e  qualche pezzetto di burro da utilizzare per preparare sia la besciamella e sia il contorno di piselli...quindi, centesimo più, centesimo meno, arriviamo ad un

totale finale di 6 € !!!!

Cosa vi avevo detto? Ce l'abbiamo fatta! Abbiamo appena visto come cucinare per 4 con soli 6 € ! Visto?Si può fare! 

Bene, ora non mi resta che riportare  le ricette e...buon appetito!

--------------                                                      --------------                                              --------------

Procedimento per la salsa rosa:

preparare la besciamella con una noce di burro - 2 cucchiai rasi di farina e 400 ml di latte: non riporto il procedimento per non dilungarmi, ma comunque sul web le ricette non mancano). Tritare finemente i pelati e cuocerli a fuoco lento per una decina di minuti, aggiungendo una piccola foglia di alloro e un rametto di rosmarino; spegnere il fuoco, togliere i sapori, aggiungere la besciamella, 2 cucchiaini di formaggio grana, mescolare e aggiustare di sale. Versare poi il tutto sulle pennette, che devono essere cotte in acqua salata e scolate al dente.

Presentare la pasta in tavola spolverizzandola con una cucchiaiata di formaggio grana.

 

Procedimento per il polpettone di carne e verdura:

lavare e lessare le bietole e 1 patata tagliata a grosse fette in acqua salata, quindi far scolare perfettamente il tutto lasciando uscire bene l'acqua. Nel frattempo rosolare in poco olio la carne tritata nella cipolla affettata sottilmente e fatta imbiondire, poi aggiungervi le bietole ben strizzate, i 2 cucchiaini di formaggio grana, le 2 uova, la patata schiacciata, la sottiletta a pezzetti e il panino ammorbidito in poco latte caldo e sminuzzato. Impastare bene il tutto, aggiustare di sale e versare il preparato in una teglia di medie dimensioni e leggermente unta (oppure usare della carta forno) Se l'impasto dovesse risultare troppo morbido, basta aggiungervi un po' di pan grattato. Infornare a 180° per circa 30 minuti, controllando in ogni caso il grado di cottura con uno stuzzicadenti.

Procedimento per i piselli al burro (da preparare sul momento perché devono essere ben caldi!):

sciogliere a fuoco lento una noce di burro (o un cucchiaio di olio extravergine di oliva) in un pentolino antiaderente e versarvi la scatola piselli fini scolati. Mescolare delicatamente, aggiungere qualche cucchiaio d'acqua e un pizzico di sale, incoperchiare a fuoco basso per tre/quattro minuti e poi spegnere il fuoco. Aggiungere quindi una spolverata di formaggio grana 

Presentare ogni piatto con una fetta di polpettone affiancata da una generosa cucchiaiata di piselli ben caldi.

                                                            BUON APPETITO!

 

Ovviamente in questo post ho riportato solo un esempio, ma con un po' di fantasia e una manciata di pazienza non è certo complicato preparare dei buoni pranzi o gustose cenette all'insegna del risparmio! Inoltre, solitamente in casa sono già presenti alcuni ingredienti- base, come olio, burro, farina, sapori ecc., quindi è possibile approfittarne senza dover comprare nuove confezioni.

Certo, con 6€ a disposizione non ho ovviamente potuto inserire il vino...del resto i miracoli li fanno soltanto i Santi...o no? E poi...beh...solitamente il vino lo porta l'ospite...giusto?  :-D

 

Repost 0
Published by giovanna bobbio
scrivi un commento